Sul fatto che la Brexit potesse risolversi in un nulla di fatto tanto si è detto, scritto e speculato.

Molti sono infatti i fattori ancora in ballo di cui dover tener conto prima che la Gran Bretagna abbandoni definitivamente l’Unione Europea, ma apparentemente l’attuale premier britannica sembra avere già oggi le idee chiare sulla data e sull’ora in cui gli inglesi non faranno più parte dell’UE.

Brexit: GB fuori dall’Unione il 29/03/2019 alle 23

Sarà venerdì 29 marzo 2019 il giorno in cui la Gran Bretagna scioglierà definitivamente ogni suo legame con l’Unione, e la ratificazione finale dell’uscita non potrà avvenire oltre le 23 ora locale (quindi la mezzanotte di Roma e Bruxelles) di quella data.

Numeri che compaiono sul Withdraw Bill, legge voluta con forza da Theresa May che ha precisato come il Governo di Sua Maetà non tollererà “alcun tentativo di bloccare la nostra uscita dall’Unione”. Invero, che la Gran Bretagna dovesse lasciare l’Unione in quella data non sorprende quasi nessuno, in quanto la stessa May lo aveva preannunciato in più di un’occasione. Sorprende piuttosto l’orario: la mezzanote di Bruxelles anziché quella di Greenwich.

Probabilmente un modo elegante – in pieno stile inglese – di salutare per l’ultima volta quel gruppo di nazioni di cui, soprattutto per ragioni economiche, la GB non ha mai voluto far parte.

Una sorta di ostracismo dialettico a questo tipo di dichiarazioni perentorie arriva come ci si poteva immaginare proprio dall’Unione, che nelle parole di Michael Barnier (il delegato UE per le negoziazioni relative alla Brexit) fa sapere che “servono progressi entro le prossime due settimane per essere in grado di andare avanti, da dicembre in poi, a discutere la seconda fase, cioè le relazioni future tra Ue e Gran Bretagna”.

E sarà proprio questo il punto focale che caratterizzerà le relazioni fra le due realtà nei giorni a venire, ovvero l’entità e lo spessore dei rapporti che GB e stati membri dell’Unione avranno dopo il divorzio definitivo.

Il tempo non manca, ma a quanto pare gli inglesi hanno molta più fretta del resto d’Europa.

 

Garcinia Cambogia dimagrisce

LEAVE A REPLY