paper, money

Arrivano buone nuove per l’economia italiana dalla Commissione Europea, che oggi ha diramato le previsioni di crescita aggiornate riguardo i Paesi dell’EuroZona. Per quel che concerne l’Italia, secondo Bruxelles il PIL sale dell’1,5% come previsto a novembre 2017 ma, a differenza di quanto predetto due mesi fa, aumenterà di 0,2 punti percentuali se si considera il 2018 nel suo insieme. Il settore di traino sarà quello degli investimenti, già individuato come uno dei punti forti nelle economie delle regioni italiane più virtuose.

Nel 2019 PIL in rialzo dell’1,2%

Il trend positivo non dovrebbe arrestarsi neanche nel 2019, anno in cui il PIL secondo le previsioni dovrebbe salire di altri 1,2 punti percentuali (i dati di novembre non andavano oltre il +1%)

Si tratta di un buon risultato, che comunque non deve far distogliere l’attenzione dal quadro più generale. L’Italia era e rimane uno dei Paesi dell’Unione in cui la crescita è più lenta. Per la ZonaEuro la previsione media è infatti del 2,3%, mentre per i Ventotto è del 2,5%. Peggio di noi, sorprendentemente, fa solo il Regno Unito (+1,4% nel 2018, più 1,1% nel 2019); ma si tratta di un fenomeno atteso e strettamente connesso ai momentanei effetti della Brexit.

La sorpresa maggiore sembra arrivare invece dalla Spagna, dove la crescita prevista è del +2,3%. Nulla di nuovo per quel che riguarda Francia e Germania, “quotate” rispettivamente a +2% e + 2,3%.

Continuare con le riforme e creare posti di lavoro

Secondo la Commissione, l’economia italiana ha tutte le carte in regola per continuare a crescere – seppur limitatamente – autosostennendosi, sebbene bisogna fare attenzione alla fragilità del sistema bancario.

La soluzione, come al solito, sarebbe dunque quella delle riforme. Quelle del passato secondo la Commissione andrebbero mantenute, sebbene si debba fare ancora molto nel campo dell’incremento occupazionale e nella lotta all’inflazione.

Temi già centrali nella campagna elettorale che precede le elezioni politiche del 4 marzo prossimo. Starà agli attori politici nazionali affrontarli pragmaticamente dopo il responso delle urne.

Garcinia Cambogia dimagrisce

LEAVE A REPLY