Unioncamere dell’Emilia-Romagna ha analizzato i dati recentemente elaborati e diffusi da Prometeia sull’andamento delle economie locali, dipingendo un quadro più roseo di quello che ci si sarebbe potuto aspettare fino a qualche anno fa.

Emilia-Romagna e Lombardia meglio di tutti

L’Emilia-Romagna si è aggiudicata il primo posto in quanto a crescita nel 2017 (gradino più alto del podio condiviso con la Lombardia, entrambe a +1,8%) e si appresta ad essere la prima in solitaria nell’anno corrente, con un incremento del +1,9%. È un ritmo molto interessante, pari a quello di una nazione grande e produttiva come la Francia. Si tratta di valori che superano quelli previsti dagli analisti negli anni passati, fermi all’1,6% e già all’epoca considerati troppo ottimisti.

È il segno evidente che l’Italia sta pian piano uscendo dalla crisi, trainata (e questo era prevedibile) dalle industriose regioni del Nord.

A livello globale, le previsioni di crescita per l’anno in corso parlando di un +3,5%, con i Paesi emergenti a farla da padrone (+4,4) e quelli industrializzati più in difficoltà, ma comunque in positivo (per la zona Euro le previsioni parlano di un +2,3%).

Bene il settore industriale, diminuisce la disoccupazione

Tornando all’Italia e nella fattispecie all’Emilia-Romagna, il settore maggiormente di punta è sicuramente quello industriale, cresciuto del 2,3% nel 2017 e di oltre tre punti nel 2018, seguito rispettivamente da quello dei servizi (+1,7% nel 2017, +1,4 nel 2018) e dell’edilizia. Quest’ultimo ha guadagnato 1,2 punti percentuali nell’anno appena concluso, ne guadagnerà 1,7 in quello corrente.

Bene anche l’occupazione, aumentata dello 0,9 percento sia nel 2017 che nel 2018; un fattore non irrilevante se comparato alla minore crescita della forza lavoro: nel 2017 è aumentata dello 0,2%, nel 2018 dello 0,4. Di conseguenza, nel 2018 il numero degli occupati in regione dovrebbe essere pari al 45,2 percento dell’intera forza lavoro.

Come contraltare si assisterà anche ad una diminuzione della disoccupazione, che per l’anno corrente non dovrebbe superare le soglia del 5,8%. Un buon segnale di ripresa a livello locale, in attesa che l’andamento virtuoso dell’Emilia-Romagna contagi tutte le altre regioni italiane.

Garcinia Cambogia dimagrisce

LEAVE A REPLY