Netanyahu stravince le primarie del suo partito

0
52

Come praticamente tutto il Mondo e soprattutto la Nazione intera si aspettava, Benjamin Netanyahu oggi ha vinto, anzi stravinto, le primarie del suo partito politico.

Netanyahu infatti, oltre ovviamente che essere il Presidente di Israele, è anche il leader del principale partito israeliano di centro destra, ovvero il Likud.
La vittoria del Premier è stata però ancora più schiacciante di quello che in realtà si prospettava, viste le tante difficoltà che il suo Governo ha avuto durante praticamente tutti i mandati. Infatti, le percentuali parlano di una Vittoria di Netanyahu con il 72,5 per cento dei voti, contro il solo 27,5 per cento ottenuto dal suo unico sfidante Gideon Sa’ar.
Le elezioni del suo partito, lo investono, anche se non ce n’era bisogno, di favorito principale anche alle prossime elezioni israeliane previste per il 2 marzo, dove sfiderà con i favori del pronostico la persona che andrà a vincere le elezioni del partito di centro-sinistra.

I dubbi su una vittoria così schiacciante, derivavano da tutte le difficoltà avute dal Premier negli ultimi anni. La più clamorosa forse, è stata l’incriminazione per corruzione e truffa. Causa questa incriminazione Netanyahu dovrà difendersi in Tribunale ma, nonostante questo che può essere considerato uno scandalo, il suo elettorato non lo ha abbandonato ma anzi ha dato una risposta ancora più forte. A gioire di questa prova di forza è anche l’intero partito intero del Likud, che già non stava attraversando un buon periodo e quindi una leardeship rosicata di uno dei 2 contendenti avrebbe messo ancora più nei guai il centro destra israeliano.

Onore va certamente dato anche allo sconfitto di turno Sa’ar, che nella sua prima dichiarazione ufficiale dopo lo spoglio ha dichiarato che lo sosterrà durante la campagna elettorale nonostante la batosta appena ricevuta.
Sarà stata una frase di circostanza, obbligato a dirla per il bene del partito, oppure sarà stato sincero?