Le mele abbassano il colesterolo? Ecco la risposta che non ti aspetti…

0
3885

Le mele abbassano il colesterolo: lo dice la scienza. E sono diversi gli studi condotti che lo testimoniano. Ad esempio, una recente ricerca portata avanti dalla Florida State University ha concluso che mangiare le mele in modo regolare, ovvero quasi tutti i giorni, diminuirebbe i valori del colesterolo cattivo LDL del 23%, e aumenterebbe il colesterolo buono HDL del 4%. 

Avere valori alti di colesterolo cattivo rappresenta un fattore di rischio per milioni di persone in tutto il mondo. A differenza del colesterolo buono, che serve a costruire le pareti cellulari e ad altri utili scopi benefici per l’organismo, il colesterolo cattivo si accumula nelle arterie. Una eccessiva quantità di colesterolo cattivo nelle arterie, superiore ai 240 mg/dl, può essere la causa di gravi patologie.

Che cosa accade quando c’è troppo colesterolo cattivo nelle arterie?

Un consumo eccessivo di grassi animali, a lungo andare può essere causa di una eccessiva presenza di colesterolo cattivo nel sangue. Quando ciò si verifica, il colesterolo inizia ad accumularsi sulle pareti dei vasi sanguigni (le arterie), fino a formare una placca aterosclerotica, che rende le pareti dei vasi molto rigide e rallenta il flusso del sangue.

Questa placca, con il passare del tempo cresce. Se non si interviene, può ostruire del tutto o quasi il vaso sanguigno in cui è presente, originando gravi conseguenze. Purtroppo a volte non si riesce a intervenire in tempo, sebbene il processo sia lento e possa durare persino decenni. Infatti, la crescita della placca potrebbe non restituire alcun sintomo, e quindi aumentare indisturbata senza che la persona con il colesterolo alto se ne accorga. 

Tale condizione, detta aterosclerosi, può comunque essere curata, e riuscire a farlo sarebbe importantissimo, visto che altrimenti potrebbe provocare dei danni a carico di arterie molto importanti (come ad esempio le arterie coronarie del cuore) e anche ad altri organi vitali

Se la patologia non viene tenuta sotto controllo, può inoltre facilitare lo sviluppo di malattie gravi: infarto del miocardio, complicanze renali, trombosi, ictus cerebrale.

Come contrastare il colesterolo cattivo alto anche grazie alle mele

Come evidenziato in precedenza, mangiare mele regolarmente aiuta sia ad aumentare i valori del colesterolo buono, e sia a contrastare il colesterolo cattivo

Per quanto riguarda la riduzione del colesterolo cattivo, c’è da dire che le mele sono frutti ricchi di sostanze utili in tal senso, come la pectina e i polifenoli. Questi elementi danno una mano all’organismo nel metabolizzare i grassi, tra cui appunto il colesterolo LDL, e contribuiscono alla riduzione di molecole infiammatorie che potrebbero portare a malattie anche molto gravi.

Inoltre, anche mangiare alimenti vegetali in generale (verdure, legumi e frutta) contribuisce a tenere a bada il colesterolo cattivo, in quanto hanno fibre e steroli vegetali

Per abbassare i valori alti di colesterolo nel sangue e fare in modo che tali valori restino accettabili, conviene anche praticare attività fisica, smettere di fumare, e adottare un’alimentazione sana.

A proposito di alimentazione, in caso di colesterolo cattivo alto conviene eliminare o ridurre il consumo dei seguenti prodotti: formaggi, insaccati, alcolici, caffè, tuorlo d’uova, e cibi ricchi di grassi animali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here