Cosa succede a chi mangia avena a digiuno? Risponde la medicina

0
1969

Cosa succede a chi mangia avena a digiuno? Il consumo abituale di avena aiuta a ridurre i livelli di colesterolo e zuccheri nel sangue. Grazie alla grande quantità di amminoacidi che contiene mangiare avena, inoltre, stimola la produzione di lecitina nel fegato, favorendo la depurazione completa dell’organismo dalle tossine. Mangiare avena, in altre parole, aiuta a pulire le pareti arteriose perché le fibre eliminano i depositi di grasso che si accumulano nelle arterie e che possono causare numerosi problemi cardiaci e di colesterolo. Mangiare avena, è bene aggiungere, aiuta a controllare i livelli di zucchero nel sangue. Aggiungere avena alla propria dieta, invece, migliora la digestione. Essendo ricca di carboidrati ad assorbimento lento, inoltre, mantiene la sensazione di sazietà più a lungo.

Quali sono i benefici che apporta il mangiare avena? Previene l’osteoporosi e questo grazie ai livelli di calcio necessari per una buona salute ossea. Aiuta a perdere peso e per questo bisogna mangiarla a digiuno o per colazione. È una delle migliori fonti di energia che esistano e in tal senso il consiglio è di mangiarla nelle prime ore della mattina o prima di mezzogiorno. È molto importante nei trattamenti di bellezza. Si può usare per questo unita a della crema idratante. Si trasforma in un esfoliante per il visto veramente meraviglioso e molto più economico di qualsiasi altro trattamento di bellezza. E’ consigliata a chi studia per un esame.

Come mangiare avena tutti i giorni? Il pane di avena è un pane integrale delizioso a cui si può aggiungere cannella e noce moscata. La farina si può anche utilizzare per impanare verdure o carne anziché usare il pan grattato o la farina. Si può usare l’avena per friggere melanzane, pollo, pesce. A colazione si può mettere l’avena a crudo nel latte o nello yogurt. Aiuta a evitare la stitichezza e allo stesso tempo offre molta energia per tutta la giornata. Con l’avena si può preparare un ottimo frullato con mela, banana, pera, latte o yogurt. E’ una bevanda da bere in qualsiasi momento del giorno.

E’ vero che mangiare avena aiuta a perdere peso? Sì. Aiuta, infatti, a regolare fisiologicamente i livelli di zucchero e colesterolo e nello stesso tempo fornisce un certo equilibrio psicologico grazie al suo potere saziante.  Tutto questo è dovuto all’alto contenuto di carboidrati complessi ad assorbimento lento, che permettono di mantenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue. Grazie al suo alto contenuto di fibre, inoltre, mangiare avena favorisce il transito intestinale e combatte la stitichezza. In questo modo, elimina dal nostro corpo le tossine e i grassi che fanno prendere peso o ammalare. Mangiare avena aiuta chi soffre di diabete.

E’ vero che la farina di avena fa bene alla pelle? La farina di avena è delicata e per questo si utilizza disciolta nell’acqua del bagnetto dei neonati. La farina di avena ha proprietà emollienti e lenitive, ma anche detergenti e purificanti. E’ in grado di detergere senza alterare il ph, rivelandosi quindi perfetta per le pelli particolarmente sensibili e delicate. E’ un efficace emolliente e idratante in caso di pelle secca, e lenitivo in caso d’irritazioni. Ottima in caso di eczemi, acne ed eruzioni cutanee grazie alle proprietà anti-infiammatorie. E’ un calmante del prurito in caso di dermatiti o orticarie.