Mangiare aglio a digiuno? Ecco cosa succede al nostro corpo!

0
3579

L’aglio è un ingrediente naturale molto utilizzato in cucina per diverse ricette. Ma oltre a donare più sapore alle pietanze, è anche benefico per la salute: possiede infatti proprietà medicinali davvero interessanti.

Assumere aglio apporta ancora più benefici quando è crudo, e lo si fa a digiuno. È sufficiente mangiarne uno spicchio ogni giorno per godere dei benefici che è in grado di offrire. Anche se ha un sapore poco gradevole se consumato da solo e non cotto, va anche detto che non è necessario masticarlo.

È ricco di sostanze benefiche per l’organismo, e proprio per questo motivo può contribuire a prevenire o combattere determinate patologie e altri problemi. Tuttavia, non è un prodotto esente da controindicazioni. Per maggiori informazioni sui benefici e i possibili effetti collaterali dell’aglio, invitiamo a proseguire la lettura del presente articolo.

Ecco perché mangiare aglio a digiuno fa bene

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che mangiare aglio crudo a stomaco vuoto, ovvero prima di bere o mangiare qualsiasi cosa, apporti benefici ancora maggiori rispetto a quando viene assunto a pancia piena. Infatti, quando si è a digiuno i batteri presenti nell’organismo sono sovraesposti, e non sono in grado di difendersi. Per questo motivo, l’aglio aumenta in modo significativo le sue proprietà antibiotiche.

I benefici dell’aglio

L’organismo riesce a trarre il massimo dei vantaggi offerti dall’aglio se mangiato crudo, in quanto le sostanze nutritive presenti all’interno di questo prodotto naturale restano inalterate. Contiene diverse vitamine (B1, B2, B3, B9, C), minerali (calcio, magnesio, potassio), e altre sostanze benefiche per il corretto funzionamento dell’organismo.

Se assunto con regolarità, può apportare diversi benefit:

  • Ha proprietà antitumorali, svolgendo un’azione preventiva contro lo sviluppo dei tumori, con riferimento particolare a quelli che si manifestano per via dell’accumulo di sostanze tossiche all’interno della flora intestinale. 
  • Ha proprietà benefiche per il cuore e l’apparato cardiocircolatorio: aiuta a regolare la pressione (e quindi combatte l’ipertensione), e contribuisce a contrastare il diabete ed il colesterolo alto.
  • Aiuta a combattere l’eccesso di radicali liberi, ritardando l’invecchiamento delle cellule.
  • È un antibiotico naturale, essendo un potente battericida. Per cui rappresenta un valido aiuto nel caso di infezioni alle vie aeree (per esempio, è efficace in caso di catarro). In più rafforza le difese immunitarie, ed è anche un antimicotico (è efficace contro le micosi causate da funghi).
  • Favorisce una buona digestione.
  • Combatte l’inappetenza, la mancanza di appetito.
  • Ha un’azione positiva nei confronti di fegato e vescica.
  • Contribuisce alla produzione di serotonina da parte dell’organismo, un ormone che contrasta stress e nervosismo.

Controindicazioni

Il consumo di aglio potrebbe non essere salutare in caso di gravidanza o in situazioni di gastrite ed ulcera. Inoltre, questo prodotto naturale potrebbe interferire con l’azione di alcuni farmaci: se si segue una cura farmacologica, è consigliabile consultare un medico per capire se conviene o meno mangiarlo.

In caso di assunzione di più di uno spicchio crudo al giorno, potrebbe causare irritazione alle pareti dell’intestino in soggetti predisposti. Se ingerito crudo, in alcuni casi potrebbe provocare diarrea, nausea e vomito.