Meningite, oltre 1000 persone colpite: è incubo contagio

0
204

Come ogni persona con un po’ di buon senso poteva immaginarsi, dopo anni di manifestazioni NO VAX, a causa del primo allarme serio di contagio di una malattia che potrebbe portare alla morte, è iniziata una vera e propria corsa alla vaccinazione contro il meningococco C, il batterio della meningite.

Da qualche giorno infatti, centinaia di persone sono in coda in attesa del proprio turno.
Infatti, nella zona tra le province di Bergamo e Brescia, è partita una vera corsa alla vaccinazione. La causa è che in quella zona nelle ultime settimane si sono verificati quattro casi di Sepsi da Meningococco C, due dei quali mortali, e uno da meningococco di sierogruppo B.
E’ inoltre iniziata oggi la vaccinazione in tutte le scuole reputate a rischio e da lunedì prossimo si inizierà anche nelle aziende. Questione di paura, che si allargherà presto al resto d’Italia intera.
Ogni anno, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Meningite  colpisce 2,8 milioni di persone presenti su tutto il pianeta, di cui sono 500 mila i casi di meningite meningococcica e circa 50 mila risultano poi letali.

In Italia, secondo i dati rilasciati dal Comitato Nazionale contro la Meningite, sono oltre mille le persone che ogni anno contraggono la malattia e di questi circa una ogni due è colpita da quella meningococcica, la più conosciuta e purtroppo anche la più letale se non presa in tempo.
Ritornando ai vacci, incredibilmente basso è il dato dei bambini sotto i 2 anni vaccinati contro la meningite: nel 2018 infatti solo 84,93% era vaccinato. Quindi più del 15% non aveva alcuna difesa contro la meningite.
Può sembrare un dato comunque alto, ma in realtà, visto che questa malattia per un bimbo di meno di 2 anni risulta quasi sempre mortale,  è veramente un dato bassissimo.

A questo punto i NO VAX continueranno a non vaccinarsi? o la paura della morte gli farà cambiare, finalmente, idea?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here