Europei 2020: tutto pronto a Roma

0
249

Il prossimo 12 giugno alle ore 21 allo Stadio Olimpico di Roma ci sarà il calcio d’inizio di Italia-Turchia, partita inaugurale del sedicesimo Campionato Europeo per Nazioni.

Un torneo particolare quello che si prospetta la prossima estate, per la prima volta anziché essere ospitato da una nazione o da due nazioni come accaduto nel 2000 (Belgio e Olanda), 2008 (Austria e Svizzera), nel 2012 (Polonia e Ucraina), avrà una formula itinerante.

Saranno 12 le città, di diversi Stati europei ad accogliere le varie partite, con le semifinali e finale che saranno disputate a Londra, al Wembley Stadium. L’atto finale nella capitale inglese si terrà il 12 luglio 2020.

I Sei Gironi e le città ospitanti

Saranno 6 i gironi composti da 4 squadre ciascuno che vedranno affrontarsi le 24 nazionali qualificate. Otterranno il pass per gli ottavi di finale 16 squadre: le prime due di ogni girone più le quattro migliori terze.

Le vincitrici degli ottavi di finale si scontreranno poi nei quarti e successivamente in semifinale, fino ad arrivare alla finalissima in gara unica che decreterà la nazionale vincitrice.

I gironi

Ecco di seguito tutti i gironi di Euro 2020:

Il Girone A composto da Italia, Turchia, Galles e Svizzera, si giocherà a Roma e allo Stadio Olimpico di Baku (Azerbaijan).

Il Girone B composto Danimarca, Finlandia, Belgio e Russia si giocherà a Copenhagen (Danimarca) e a San Pietroburgo (Russia).

Il Girone C composto da Olanda, Austria, Ucraina e una quarta squadra che uscirà dai prossimi spareggi si giocherà ad Amsterdam (Oanda) e a Bucarest (Romani).

Il Girone D composto da Inghilterra, Croazia, Repubblica Ceca e una quarta squadra che arriverà dopo gli spareggi sarà disputato tra Londra (Inghilterra) e Glasgow (Scozia).

Il Girone E composto da Spagna, Svezia, Polonia e una quarta squadra da qualificare sarà giocato tra Bilbao (Spagna) e Dublino (Irlanda).

Il Girone F, infine, composto da Portogallo, Francia, Germania e un’ultima squadra da qualificare sarà disputato tra Budapest (Ungheria) e Monaco di Baviera (Germania).

I biglietti

Le partite della fase a gironi partiranno da 30 euro in città come Baku, Bucarest e Budapest, per arrivare a 50 euro nelle altre città ospitanti. A Roma saranno messi a disposizione 24.000 tagliandi, a Baku per restare nell’ambito del Girone A dove gioca l’Italia saranno disponibili all’estrazione 20.000 biglietti.

Ad inizio aprile verranno messi in vendita i biglietti delle ultime 4 nazionali che disputeranno gli spareggi a marzo. La scorsa estate sono stati messi in vendita i biglietti ‘generici’, quelli per assistere a qualsiasi partita, indipendentemente che sia della nazionale del richiedente il tagliando.

Per il milione e mezzo di tagliandi disponibili sono arrivate oltre 19 milioni di richieste. Nelle partite in cui la domanda supera l’offerta, i biglietti verranno assegnati in base a procedure stabilite da ciascuna federazione. Entro la fine di gennaio 2020, tutti coloro che hanno fatto richiesta per i biglietti saranno informati dell’esito.

L’Italia agli Europei

La Nazionale di Roberto Mancini si è qualificata al prossimo Campionato d’Europa con un ruolino impressionante vincendo il proprio Girone J con dieci vittorie su dieci gare disputate.

L’Italia ha trionfato una volta sola, nel Campionato d’Europa 1968 disputato in casa, con la vittoria in finale sulla Jugoslavia. Quella nazionale era guidata da Ferruccio Valcareggi.

Nelle dieci partecipazioni alla fase finale, oltre alla vittoria del 1968, ci sono due finali per l’Italia: nel 2000 gli azzurri di Zoff furono sconfitti dal golden gol di Trezeguet e nel 2012 l’Italia di Prandelli fu sconfitta in finale dalla Spagna.