Quanta frutta mangiare per stare bene? Ecco la verità

0
805
Quanta frutta mangiare per stare bene? Ecco la verità

Quanta frutta mangiare per stare bene è importante da conoscere per poterla inserire ogni giorno nella tua alimentazione. Le porzioni di frutta consigliate in generale sono cinque assieme alla verdura ma vediamo qual’è la verità

Quanta frutta mangiare? 

Mangiare frutta fa bene ed è raccomandato di mangiarne almeno 5 porzioni al giorno. Certamente l’indicazione corretta è questa ma, spesso, non sempre si riesce a rispettare questa regola. L’indicazione è stata fornita sulla base dell’apporto vitaminico, e non solo, necessario per il fabbisogno quotidiano. Poi, per ciascuno, occorre personalizzare l’indicazione anche in riferimento a determinate patologie di cui soffri. È per questo motivo, che dovresti imparare a conoscere la frutta per capire quella che potrebbe essere maggiormente indicata per te. La frutta fresca di stagione è quella da preferire: acquistala prestando attenzione alla provenienza e preferibilmente biologica. Generalmente contiene acqua, vitamine, antiossidanti e fibre che permettono di contrastare disturbi come tumori, diabete e malattie cardiovascolari. 

Per completare le 5 porzioni di frutta al giorno occorre che tu inizi sin dalla colazione associandola allo yogurt o a dei cereali. Puoi magari preparare una macedonia di frutta così da averla già pronta da mangiare. Lo spuntino di metà mattinata dovrebbe essere a base di frutta ma sappiamo che spesso non accade. Una mela con la buccia è l’ideale anche come merenda per i bambini a scuola. A pranzo dovrebbe seguire questo momento scegliendo qualcosa di leggero, specie se hai esagerato con le quantità. Lo snack del pomeriggio potrebbe essere un frutto tropicale, così per avere un gusto diverso: ananas, mango, papaya. La frutta a cena puoi includerla nell’insalata oppure per il dopocena. 

Proprietà e benefici della frutta

I benefici e le proprietà della frutta sono veramente tanti, vediamole in base al colore.

La frutta di colore giallo/arancio è ricca di carotenoidi e proprietà antiossidanti che permettono di contribuire alla salute delle articolazioni. Mandarini, pompelmi, arance, albicocche, pesche, melone, nespole, banane. 

La frutta di colore rosso aiuta le funzionalità cardiovascolari quindi puoi scegliere tra arance rosse, fragole, mele, angurie, ciliegie. 

La frutta di colore blu o viola per i frutti di bosco, uva e prugne che hanno molto potassio e magnesio. 

Il kiwi, con il suo colore verde intenso, contiene luteina per la salute degli occhi. 

La frutta deve essere consumata solo dopo averla lavata accuratamente e possibilmente con la buccia. La frutta cruda preserva integre tutte le sue caratteristiche. Per questo motivo affidati sempre ad una frutteria di fiducia, meglio se ha solo frutta biologica.

Per insegnare a mangiare la frutta ai bambini si deve cominciare sin dal periodo dello svezzamento frullandola e facendo sì che possano assaporare il sapore genuino e autentico del frutto stesso. Quando prepari una macedonia di frutta aggiungi del succo di limone che evita l’ossidazione e se puoi non aggiungere lo zucchero. La frutta contiene zucchero naturalmente e quello che aggiungi andrebbe a dolcificare eccessivamente. Per questo motivo non andrebbe usata neppure la panna. Talvolta, puoi concederti di preparare un dolce con la frutta così da ingolosire anche i più piccoli, meglio se usi solo frutta fresca e zucchero di canna.